25.06.2003, Moghegno

Olympia Ragtime Band, Bruce "Sunpie" Barnes

Grande musica all’insegna dei molteplici stili di New Orleans

quella offerta durante la seconda settimana di Vallemaggia Magic Blues. La sfavillante Olympia Ragtime Band, che da trent’anni fa proprio il New Orleans Revival, ha dimostrato, complice l’ottimo ambiente scenico creato dalla gestione dell’Antico Grotto Mai Morire di Avegno, come lo stile tradizionale di quel jazz vicino alle radici del blues possa ancora coinvolgere gli amanti della buona musica. Aperta, invece, alla sperimentazione di nuove forme musicali correlate al blues più autentico la band di Bruce Sunpie Barnes, proveniente da New Orleans, e che ha letteralmente sommerso di emozioni e di suoni esotici la gremita Piazza di Moghegno, mercoledì sera. Innovativo, trascinatore, versatile strumentista e cantante, ma anche molto generoso, Sunpie Barnes ha saputo convincere il pubblico eterogeneo ed entusiasta con le sue proposte musicali fresche e gioiose. Settimana prossima è la volta della Castelli Blues Band e di John Mooney.

Bruce "Sunpie" Barnes

Blues, zydeco, funk e boogie si fondono armoniosamente con i caldi ritmi dell’Africa Occidentale e dei Caraibi, grazie alla possente voce, all’abilità con l’armonica, all’espressività con la fisarmonica e alla travolgente band di Sunpie Barnes. Il risultato musicale, che lo stesso artista ha battezzato “bouje bouje“, e il suo stile innovativo ed energico - ricollegabile sia ai grandi padri del blues (Sonny Boy Williamson in primis), sia ai modernisti come Lee Oskar e Carey Bell - fanno di lui uno dei più spettacolari e coinvolgenti artisti della Louisiana. Cresce a Benton, Arkansas, dove suo padre suona l’armonica nei clubs, ma soprattutto per il puro divertimento della famiglia. Ed è proprio grazie alla disponibilità e all’entusiasmo del genitore che il giovane Barnes si appassiona alla musica. Nonostante questo suo grande amore, che coltiva fin dall’infanzia, Bruce si laurea in biologia marina; si diverte con il football (ha giocato nel Kansas City Chiefs); si cimenta con il cinema (apparendo in alcune produzioni Hollywoodiane). Oggi, durante il giorno, indossa l’uniforme di ranger nel Jean La fitte National Park, portando, la notte, il blues al pubblico dei club più rappresentativi di New Orleans in maniera forte e diversa, tanto da renderlo unico al mondo, come conferma il suo nuovo CD, compatto come pochi altri del genere, dal titolo Legends Of The Swamps.

Olympia Ragtime Band

L’ultima reliquia del New Orleans Jazz in Italia.

Nata nel 1970, la Olympia Ragtime Band – condotta dal trombettista Roberto Bacciocchi – ha partecipato, nell’arco di trent’anni di attività, a innumerevoli concerti e festival europei. La formazione, che da sempre annovera musicisti conoscitori e cultori del caratteristico linguaggio del New Orleans Revival, si completa con Nino Frasio (banjo), Andrea Sirna (cl & ts), Chicco Zanaboni (as), Giacomo Marson (b) e con Terenzio Belluzzo (d). La peculiarità di questo sfavillante gruppo milanese è quella d’esser riuscito a metabolizzare l’atmosfera gioiosa e rilassata che si respirava nei vecchi locali della Crescent City. I concerti della Olympia propongono veri e propri viaggi affascinanti nella musica di New Orleans e coinvolgono il pubblico come solo questa band sa fare.