Magic Blues 2004

Il Magic blues è il più lungo Festival d’Europa!

Per la terza edizione gli organizzatori hanno portato di fatto a dieci le serate principali, senza contare la riproposta dei martedì nei Grotti. Il Magic Blues ne esce rafforzato, vista la qualità dei concerti e la risposta di pubblico, divenendo di fatto il più lungo Festival d’Europa! L’unico neo il tempo non sempre compiacente, tanto da dover annullare un concerto e proporre il primo di Cevio sotto un diluvio. Da tramandare a futura memoria il concerto, davvero fantastico, dei Nine Below Zero ad Avegno, in grado di unire capacità tecniche e grande presenza scenica a “sense of humour” tipicamente inglese. Hanno saputo divertire e divertirsi. E’ stata una rassegna che potremmo denominare “Great guitar heros”. Si fanno infatti ricordare i due grandi chitarristi Walter Trout, letteralmente stracolma la pur grande piazza di Maggia, e Stevie Cochran, un gradito ritorno del possente chitarrista di New York dopo diversi anni di assenza dal Ticino, per il primo concerto di Aurigeno. Come sempre trascinanti Peaches Staten e Nick Becattini, quest’ultimo presente addirittura a due concerti, Giumaglio e Cevio. Interessante anche l’esibizione nella prima serata di Avegno del gruppo dell’emergente chitarrista Anthony Gomes.

Programma

Poster artistico