05.07.2006, Cavergno

Francesco Vinci & Bootleg Band, Ronnie Jones & Soul Syndicate

L’improvviso acquazzone cancella il concerto di Ronnie Jones

Seconda settimana purtroppo all’insegna della pioggia per Vallemaggia Magic Blues. Ma nemmeno le avverse condizioni meteorologiche hanno fermato gli organizzatori che con sana “cocciutaggine” hanno deciso di iniziare comunque le due serate. E hanno fatto benissimo! La prima serata prevedeva l’esibizione di Ronnie Jones (già alle prese con il maltempo a Piazza Blues!), ma l’improvviso acquazzone abbattutosi su Cavergno non ha permesso al cantante nemmeno di iniziare il suo show. Davvero peccato! E’ andata meglio al gruppo di apertura, la Franco Vinci Blues Band, rivelatasi una piacevole sorpresa. Soprattutto il leader alla chitarra ha dimostrato di saperci fare. Attivo dal ’68 una lunghissima esperienza in molti gruppi dell’area rock e blues e come “sessionman” ha suonato per musicisti di varia estrazione. Particolarmente apprezzate le cover di “Texas flood” di Stevie Ray Vaughan e “Born under a bad sign” di Albert King, due idoli dichiarati di Vinci. Visto il maltempo il concerto è poi proseguito al Delta Beach Lounge di Ascona per un’altra ora buona per i più sfegatati.

Francesco Vinci & Bootleg Band

Guerriero del blues

Inizia a suonare nel 1968 influenzato dai Beatles, da Jimy Hendrix e dai Cream. Nel ‘73 forma la sua prima band "Green Age", suonando rock e blues. Nel ‘74 si unisce al gruppo "Apoteosi" col quale registra l'omonimo album. Collabora poi col cantante libanese Patrick Samson. Nel 1980 si trasferisce in Francia. Nel 1981 con la "MB Band" (R&B) intraprende un tour di cinque mesi in Giappone, Hong Kong, Bangkok e Singapore. Nel 1982 si trasferisce in Germania ed entra a far parte della band del tastierista ceko Michael Konecny, suonando in tutte le principali città dell’Europa. Nel 1983 forma la prima Bootleg Band, insieme a John Signer e Mario Ferrara, continuando a suonare in tutta Europa. Nel 1984 ritorna in Italia e inizia una lunga attività di turnista, collaborando con artisti come Cristiano Malgioglio, Mietta, Giorgia, Marina Rei, Mark Hanna & the Handjive e Bobby Solo. Inoltre ha continuato l’attività live, esibendosi con la Bootleg Band. Vinci svolge anche attività didattica nelle scuole romane. Nel 2003 esce il suo cd "Boot Tip" (Francesco Vinci & Bootleg Band). Con questa band ha suonato per diversi anni nei locali di tutta Italia, partecipando a molti festival blues anche esteri. (Pistoia Blues, Torano Blues Festival, e Torrita Blues). Nel 2004 ha formato la "Franco Vinci Blues Band" con Luca Trolli alla batteria e Toto Lelasi al basso.

Ronnie Jones & Soul Syndicate

I suoi compagni di viaggio erano Alexis Korner, Jack Bruce e Mick Jagger. Oggi vive in Italia e festeggia nuovi successi con la sua band. Ronnie Jones è nato a Springfield nel Massachussets nel 1937 e ha iniziato la sua carriera artistica in Inghilterra nel 1962. Con Alexis Korner e Dick Heckstal Smith ha fondato la “Blues Incorporated”, in quella Band suonarono anche Jack Bruce e Ginger Baker come anche i non ancora conosciuti cantanti Mick Jagger e Rod Steward. Il suo primo proprio complesso l’ha fondato con John McLaughlin. Con il tempo cambiarano i nomi delle Band e le loro formazioni finché egli si è stabilito in Italia dove ha avuto un notevole successo (Rock you Baby etc.) con le “Bluejays”. I suoi CD più noti sono sicuramente “Looking for action” e “Me and Myself”. Negli anni 80 ha prodotto per Canale 5 e per la RAI dei programmi musicali molto popolari come “Pop-Corn” e “Video Game”. Con un dinamismo incredibile, conduce il suo nuovo gruppo con una miscela tra Jazzfusion, Soul e Rhythm & Blues da un successo all’altro. Ronnie Jones è un Showman per eccellenza che è però sempre consapevole che la sua Band è capace a scatenare delle vere e proprie “tempeste di entusiasmo” tra il pubblico.