16.08.2007, Avegno

Marco Pandolfi & Jacknives, Nine Below Zero

Ad Avegno il gran finale di Magic Blues con Nine Below Zero e Walter Trout

Quest’anno Giove Pluvio non ha voluto infierire, ma ha comunque deciso di farsi sentire (eccome!) per il concerto dei Nine Below Zero nel primo dei due appuntamenti di Avegno. Peccato, poiché sia il bravo Marco Pandolfi con i suoi Jacknives che i Nine Nelow Zero hanno offerto uno spettacolo eccezionale, che avrebbe meritato la piazzetta colma. Fortunati comunque le due centurie di intrepidi che hanno resistito. Sono stati ricompensati alla grande. I Nine Below Zero sono come il vino, più passano gli anni più migliorano. Se avevano entusiasmato tre anni or sono, questa volta i quattro, guidati dal bravissimo bassista Gerry McAvoy, si sono superati, presentando un concerto da favola. Perfetta la scelta dei brani, con cover di grandi nomi quali Jimmy Rogers, Canned Heat e molte altre icone del rock e del blues, calibrati e coinvolgenti i numerosi assolo dei quattro, feeling con il pubblico e contagiosa voglia di divertirsi e divertire, classe e professionalità da vendere. Una performance strepitosa, a non dubitarne il miglior concerto del Magic Blues targato 2007

Marco Pandolfi & Jacknives

Marco Pandolfi & The Jacknives nascono da una esigenza fondamentale: suonare il blues senza compromessi. Gli obiettivi sono di recuperare la tradizione del primo blues elettrico, con un suono scarno e viscerale e il desiderio di rendere omaggio al feeling dei maestri neri. La band è un classico quartetto, composto da musicisti attivi già da molti anni sulla scena blues italiana: Marco Pandolfi (voce e armonica), Marco Gisfredi (chitarra), Federico Patarnello (batteria) e Luca Bernard (contrabbasso). I quattro sono mossi dalla ferma volontà di evitare i soliti standards e clichés del blues, preferendo un approccio al suono all'insegna della dinamica più che del volume, con un repertorio basato sui classici, alla riscoperta degli artisti blues meno noti. I Jacknives intraprendono un'intensa attività live nei clubs e festivals di tutt'Italia, avendo l'opportunità di esibirsi prima di artisti quali Roomful of Blues, Junior Watson, Brian Auger, Sean Costello, Nine Below Zero, e altri. Nel gennaio 2004 accompagnano in Italia il sassofonista-armonicista Michael Peloquin (San Francisco), mentre nella primavera dello stesso anno fungono da back-up band per il cantante-chitarrista Richard Ray Farrell (New York, USA). Nel luglio 2004 i Jacknives pubblicano il loro disco d’esordio, "Step Back Baby", un omaggio alle sonorità e agli artisti che più li hanno ispirati.

Website

Nine Below Zero

Da 30 anni la miglior band inglese di R&B

Dalla sua costituzione il gruppo può contare su una nutrita schiera di fans, pronti a seguirli ovunque. Uno dei primi avvenimenti storici fu il tutto esaurito all’Hammersmith Odeon di Londra con Alexis Korner, vera icona del british blues. Il disco “Live at the young ones” rimane un oggetto di culto assoluto. In Europa non vi è festival importante che non abbia apprezzato la verve del quartetto, facendo l’impossibile per accaparrarseli. Da soli o con Eric Clapton, Sting, Brian May e molti altri, i Nine Below Zero hanno sempre saputo entusiasmare il pubblico. E’ stato così anche per le esibizioni degli anni passati in Vallemaggia.

Website