16.07.2008, Coglio

Blues Clues

I Blues Clues e l’epoca d’oro del rock-blues

Ancora tre serate per il Vallemaggia Magic Blues in questa terza settimana di luglio. Ad aprire le danze, mercoledì al ristorante Eco Hotel Cristallina di Coglio (doppi turni per poter gustare le specialità della casa!), il gruppo milanese dei Blues Clues, un quintetto guidato da due chitarristi e un cantante-armonicista. Il repertorio, interamente di cover, ha ripercorso in grandi linee l’epoca d’oro, vale a dire i grandi classici del rock-blues e del rock a cavallo degli anni sessanta-settanta, sicuramente gli anni di gioventù della maggior parte dei componenti della band. E’ stata l’occasione per (ri)ascoltare quelli che ormai possiamo definire dei veri e propri evergreens. Accanto a composizioni rigorosamente blues come “Key to the highway” “Before you accuse me” e “Spoonful”, il gruppo ha presentato anche brani epocali del rock, spaziando dallo Swamp Rock dei mitici Creedence Clearwater Revival, “Have you ever seen the rain”, al soul-blues britannico dei mai dimenticati Free, di cui i Blues Clues hanno riproposto “All right now” e “The hunter”. Il pubblico, nuovamente accorso in gran numero e rimasto, insaziabile, fino a tarda ora, si è divertito, contribuendo a motivare i musicisti. Infatti il secondo set è stato più trascinante e coinvolgente. Gran finale con un omaggio ai Rolling Stones.

Blues Clues

I Blues Clues dimostrano una notevole capacità live, buona tecnica e un grande feeling nel loro approccio al blues. L'ottima chitarra slide di Xavier caratterizza il loro suono e l'uso frequente di 2 voci soliste dona loro una certa originalità; la sezione ritmica di Marino e Franky Billy Pupone è precisa e potente, il lavoro chitarristico di Renato è il punto di riferimento e i suoi interventi solisti sono puntuali e incisivi.