30.07.2009, Cevio

Tea Spoon Quartet, Campbell Brothers

Il “Sacred steel” dei Campbell Brothers incanta Cevio

Di tutt’altro stampo e molto più variata nei generi la seconda serata, che ha visto assieparsi inspiegabilmente meno gente del previsto. Aperta dal set del Teaspoon Quartet, gruppo italiano che propone brani acustici di chiara matrice ragtime e Piedmont blues (piacevoli alcune cover rielaborate in questo particolare stile), a sorpesa è poi salito sul palco Watermelon Slim ( veterano della guerra in Vietnam e quasi un sosia di Tom Waits) e i suoi Workers. Puro e duro blues del Mississippi quello proposto dall’ottimo combo, con l’istrionico Bill Humans, questo il suo vero nome, bravo sia alla dobro, suonata in stile slide che all’armonica, oltre che cantante dotato di una voce ruvida che è riuscito a trasmettere tutta la sua smodata passione per la musica. Di notevole spessore anche i testi delle sue canzoni, che parlano di droga, di spiritualità e di anti-militarismo). Ben vengano sorprese di questo tipo! A completare l’eccezionale serata di giovedì uno dei gruppi più attesi dell’intero Magic Blues, i Campbell Brothers, che hanno giustificato appieno le attese in loro riposte. Definiscono il loro stile “Sacred steel”. Base chiaramente gospel, ma suonata con una lap steel guitar, una pedal steel guitar e una chitarra synt (all’occasione in grado di riprodurre il suono di un pianoforte!), ciò che rende la musica gospel rock. Tutti i musicisti sono di caratura eccezionale, con un plauso particolare al fenomenale batterista Carlton Campbell e al chitarrista synt Philipp Campbell. L’assenza della cantante ha messo ancora maggiormente in evidenza la classe cristallina di questa band. Musica comunque non sempre di facile fruizione, apprezzata soprattutto dai veri appassionati presenti a Cevio.

Campbell Brothers

I Campbell Brothers presentano «Sacred Steel»: musica gospel afro-americana con chitarre steel elettriche e canto. Una miscela insolita, dato che la chitarra steel è utilizzata prevalentemente nella musica Country americana. Quest’insolita tradizione viene dalla “God Keith Dominion Church”, dove è praticata da oltre 60 anni. Questa musica gospel è stata trasportata dalla chiesa nelle sale da concerto. Nella Hollywood Bowl, il Kennedy Center, la Brooklyn Academy of Music and Symphony Space sono stati presentati concerti, sebbene religiosi, ma tremendamente rockeggianti per la gioia del vasto pubblico. Chuck Campbell, il chitarrista pedal steel e il suo fratello Darick alla lap steel sono due esponenti eccezionali di questa musica. I Campbell Brothers sono probabilmente la Gospelband più esposiva ed estatica che vi trascineranno e vi daranno l’impressione di non aver mai sentito precedentemente una cosa simile!

Website

Tea Spoon Quartet

Si interessano a tutto quello che è Blues acustico…

Collaborano assieme da marzo del 2005. Fin’ora si sono esibiti in contesti importanti, promossi da associazioni culturali di spiccio del nord Italia. Il Teaspoon Quartet calca i palchi di alcuni dei più importanti festival musicali e si esibisce nei più rinomati club in Italia. Vincitori del “Blues In” a Brescia, “Folkest”, “Bordighera Jazz & Blues Festival” 2008. Realizzazione di brani propri sul loro primo CD “Lucky Rag”, prodotto nel 2006.

Website