04.08.2010, Cevio

Anderhub, Lisa Doby

La "très charmante" Lisa Doby per il gran finale del Vallemaggia Magic Blues

Per questa edizione chiusura nel capoluogo di una volta della Vallemaggia. Tre serate molto diverse tra loro, introdotte dal concerto carico di sana energia degli Area Blues Band di J.C. Harpo, in formazione inedita e allargata al Grotto al Bosco di Avegno. La prima serata ospitava a Cevio due artisti per la prima volta al Magic Blues: il solido quintetto del chitarrista lucernese Fabian Anderhub, che ha offerto un mix potente di rockblues intercalato da qualche ballad, brani tratti dal suo debutto discografico "Left line" e la "très charmante" Lisa Doby, che invece ha donato un tocco decisamente più profondo alla sua musica. Le sue composizioni, un misto di Soul e Gospel, suoi primi amori, privilegiano ora chiaramente l'aspetto melodico (vengono in mente alcune pagine di Tracy Chapman, anche se il sound della Doby è comunque più robusto), confermato anche dalla strumentazione, e riescono a coinvolgere lo spettatore attento in una sorta di viaggio interiore, che parte quasi etereo per sfociare in un sorprendente finale pirotecnico, vicino addirittura al rock psichedelico. Anche i temi rimandano all'epoca d'oro: "peace, love and music". Molti i brani tratti dal suo ultimo lavoro "Who we are".

Anderhub Blues Band

Anderhub: il meglio dai due mondi

Cresciuto in Svizzera, ma maturato come cantante e chitarrista in Canada. Vive ai due capi del mondo e dal suo cd “Left line” sprigiona un poderoso blues rock. Gli undici brani dimostrano l’acquisita sicurezza di sé e mostrano ciò che possiamo aspettarci dal vivo.

Website

Lisa Doby

Una voce carismatica che funziona perfettamente

Per il rhythm’n’blues occorrono una profondità emozionale e una grande esperienza di vita, per il rock abilità e potenza e per il soul occorrono sentimento e anima. Lisa Doby incorpora tutte queste qualità e questo rende la sua musica così vera! Nativa di Columbus, già da piccola si appassionò alla musica. Dedicandosi a tromba e violino. Più tardi si scoprì la sua voce straordinaria e da lì iniziò la sua carriera musicale. Il suo sensazionale album d’esordio “Free to bee” (Jazzhaus Records 2006) mostra già il suo potenziale e la sua ecletticità. Nella sua ultima fatica il rhythm’n’blues e il soul vengono arricchiti da sonorità più rock che si sposano magnificamente con la sua voce carica di energia.

Website