28.07.2010, Avegno

Mandolin Brothers, R&B Explosion

Il funambolico Gordon Beadle

Mercoledì è stata la volta della R&B Explosion di Sax Gordon, ma soprattutto è da segnalare il gradito ritorno dei Mandolin Brothers, uno dei più longevi e preparati gruppi italiani, dal suono Roots molto vicino a gruppi quali The Band e Little Feat. Sulla scena da 30 anni il gruppo di Jimmy Ragazzon (voce e armonica) e Paolo Canevari (slide guitar) ha confermato la classe e la grande voglia di suonare e sognare ("Still got dreams"). Accanto ad altri interessanti brani originali ("Bombay skyline"), che spaziano dallo swamp rock alle ballate cantautorali, da segnalare pietre miliari quali "Iko iko" ("the much- covered song of New Orleans"), "Copperhead" e "Like a rolling stone". Uno splendido concerto e un gruppo da rivivere in futuro. Senza grosse sorprese il concerto del quartetto del funambolico Gordon Beadle, costituito da altri validi musicisti quali Alex Schultz (chitarra) e Raphael Wressnig (Hammond). Rhythm'n'blues a mille, con i tipici siparietti richiesti da questo genere ibrido, che non ha la forza viscerale del blues o l'anima del soul e alla lunga appare ripetitivo. E' la sensazione che ha pervaso dopo circa un'ora anche la piazza di Avegno con diversi spettatori piuttosto "distratti".

Mandolin Brothers

Uno dei gruppi più longevi e più attivi sulla scena italiana. Con 5 dischi ( perlopiù con composizioni originali) la loro storia è ben documentata. Hanno raggiunto un livello musicale molto elevato, mantenendo negli anni il loro stile molto particolare, senza per questo svilupparlo ulteriormente, arricchendolo sempre di nuove sonorità.

Website

R&B Explosion

Dietro il nome del gruppo si cela nientemeno che Sax Gordon Beadle. Il derviscio del sassofono ci riprova e questa volta ha costituito un quartetto straordinario. Senza esagerare si può parlare di una Allstar, inedita finora. Il sassofonista più rock del presente si è riunito con altri tre grandi. Una vera fortuna poter ammirare questo supergruppo al Magic Blues. I quattro trasformeranno la piazza di Avegno in una vera bolgia incandescente.

Website