03.08.2016, Avegno

Tommy Schneller, Jessy Martens

Jessy Martens 2016

La "Ladyblues" per eccellenza della Germania

"Ritorna in Vallemaggia la lady del Blues!, una voce da schianto". Sono così riassunti alcuni titoli della rivista on-line "Rocktimes". La scatenata Jessy Martens si conferma la più talentuosa ed esplosiva cantante della scena Blues tedesca. La sua carriera inizia come voce solista in cori Gospel. Ancora giovane capita nel tempio del Blues di Amburgo, il Cotton Club e da quel momento viene catturata dal Blues. Con la sua voce matura e una presenza scenica straordinaria in pochi anni conquista l'Olimpo in molti festival in patria e all'estero, compreso nel 2012 il pubblico di Avegno. E' proprio il palco il luogo ideale dove riesce ad esprimere tutta la sua esplosività e sensualità. Con all'attivo diversi dischi e circa 400 concerti Jessy Martens e la sua band conquistano il loro pubblico con brani dal sapore Rock-Soul. Non stupisce che anche le grandi star che hanno diviso il palco con la Martens ne siano sempre state entusiaste, come ad esempio Big Daddy Wilson che di lei disse: "You knocked me out! Keep on crying, Jessy" o il veterano Abi Wallenstein che la trova "Irrefrenabile". Anche stavolta rivedremo la gente ballare al Magic Blues.

Website

Tommy Schneller

Un settetto Blues & Funk per eccellenza

Tommy Schneller vanta nella sua bacheca il premio della critica discografica tedesca e due "German Blues Awards" ed un pubblico che di regola nessuno riesce a tener a freno durante le sue esibizioni. Con il suo settetto il sassofonista e cantante tedesco è perennemente in tour a distribuire buon umore e divertimento. Tommy è puro fino all'osso e la sua band è di ottimo livello. Con il suono molto terreno del suo sassofono, l'energia che investe in ogni brano e il suo mirabile fraseggio, entusiasma alla medesima maniera pubblico e critica. Penthouse lo definisce semplicemente il miglior groover della Germania ed è proprio ciò che lui in defintiva è. Il suo ultimo lavoro "Cream of the Crop" è prodotto da una vecchia conoscenza, Henrik Freischlader (Magic Blues 2014) per la sua casa discografica Cable Car Records. Il disco convince ancora una volta per la carica e l'energia che ogni brano sprigiona, sia esso una ballad o un brano dal ritmo scatenato e per il lavoro della sezione fiati e del chitarrista.

Website