13.07.2017, Giumaglio

WellBad, Nine Below Zero Big Band

Nine Below Zero Big Band

La cult band Nine Below Zero torna al Vallemaggia Magic blues in formato Big Band!

Nel 2015 i Nine Below Zero hanno festeggiato il traguardo dei 35 anni dall'uscita del loro mitico primo album, "Live at the Marquee", rimasterizzato per l'occasione assieme al secondo e terzo album, quelli con la formazione originale. Della formazione di allora oggi rimangono ancora il leader, cantante e chitarrista Dennis Graves e l'armonicista Mark Feltham, che ha calcato il palco anche nella band di Rory Gallagher. Alla reunion del 1989 il gruppo comprendeva addirittura tre membri della band di Gallagher, oltre a Feltham, Gerry McAvoy al basso e Brendan O'Neill alla batteria. Da qualche anno tornato nella band il batterista Ken Bradley, che sedeva dietro i tamburi con Graves e Feltham agli albori della loro carriera nel 1977, nel gruppo Stan's Blues Band, con Pete Clark al basso e Ken Bradley alla batteria. I Nine Below Zero hanno diviso in tutti questi lunghi anni il palco con titani quali Eric Clapton, Ray Davies (Kinks), Sting e Brian May (Queen) e sanno coinvolgere e mandare in visibilio il pubblico come pochi altri. Non per nulla l'attore Bruce Willis li ha voluti per l'inaugurazione del Planet Hollywood a Londra. Dalla scorsa estate la band in tour quale big Band. "E' l'avverarsi di un sogno per me" dice Graves "L'energia e l'entusiasmo durante le nostre esibizioni contagioso anche per il pubblico".

Website

WellBad

Testi scurrili e sound graffiante

Lo scorso anno i WellBad hanno vinto la German Blues Challenge e si sono aggiudicati li terzo posto all'European BluesChallenge tenutosi a Torrita di Siena quest'anno. Grazie a questi riconoscimenti hanno potuto suonare in Europa e negli Stati Uniti. Se cerchiamo un paragone nel mondo cinematografico allora vengono in mente registi fenomenali quali Quentin Tarantino, Jim Jarmusch o David Lynch a cui rimanda l'atmosfera dei loro brani. La voce del cantante e polistrumentista Daniel Welbat secca quanto il terreno polveroso della Death Valley, compreso di barba irsuta e pungente come un cactus. Pur essendo di Amburgo, Wellbad ha il sacro fuoco del Blues nelle vene. I testi dei brani si ricollegano a grandi autori del secolo scorso quali Franz Kafka, Dylan Thomas, Charles Bukovski. Rainer Maria Rilke e Berthold Brecht, tematizzando argomenti quali amore, speranza, dolore, perdita e morte. Oltre al leader il gruppo formato dal bassista Stefan Reich, dal chitarrista Lennard Eggers, dal tastierista Simon Andresen e dal batterista Basti Meyer. Loro produttore nientemeno che Stephan Gade (Udo Lindenberg). E' uscito nel 2015 il loro lavoro discografico Judgements day.

Website