20.07.2017, Maggia

Sara Zaccarelli, Wishbone Ash

Sara Zaccarelli

Le sorelle del blues e del soul da Bologna

Un duo composto da due nomi femminili imperdibili nella scena blues italiana. Il progetto nasce con l'intento di esplorare una delle passioni che accomuna da sempre Rita e Sara, il Soul, ma anche la volontà di spaziare in tutta la "black music" sconfinando dai canoni del blues. Sara nasce a Bologna nel 1990. Sin da piccola mostra grande interesse per tutto ciò che è musica. Dopo qualche lezione, partecipa a diversi musical fino all’età di 16 anni quando s’appassiona alla BlackMusic senza però aver mai l’occasione di poterla cantare. Quest’occasione arriva dopo qualche anno in cui conosce Vallicelli e Pippo Guarnera, coi quali collabora tuttora e coi quali partecipa a diverse manifestazioni tra cui il Wine Blues Festival e il Festival Blues di Popoli. Poi è la volta dei Groove City, una collaborazione che, nel 2011, la porta sul palco del Porretta Soul Festival accanto ai celebri americani Sax Gordon, Toni Green. Rita Girelli compra il suo primo basso all’età di 16 anni. Ex bassista della Fandango Band, insieme al suo gruppo vince, in Australia, nell’ ambito del Bridgetown Blues Festival il premio come migliore band di Blues elettrico. Nell’ ambito della suddetta manifestazione alcune centinaia di demo-tapes della band vanno letteralmente a ruba. Sara e Rita iniziano a collaborare nel 2010.

Website

Wishbone Ash

Le loro esibizioni live sono veri e propri fuochi d'artificio musicali

Certamente il concerto "clou" dell'edizione 2017 del Vallemaggia Magic Blues. Tra i non più giovani chi non ricorda album leggendari degli anni '70 quali l'omonimo "Wishbone Ash" "Pilgrimage" o "Argus". Ora che festeggiano i 45 anni d'attività li possiamo ammirare dal vivo in Vallemaggia. Malgrado i frequenti cambi di formazione (il solo leader Andy Powell è presente sin dall'inizio) la band attuale suona assieme da più di dieci anni (2004, un record per gli Ash), una cosa come 150-200 concerti all'anno, distribuito tra Europa e Stati Uniti e ad ogni esibizione conferma tutto il bene che si legge di loro nelle riviste specializzate. Il sound, sempre basato sul "Twin-guitar sound" di Andy Powell e del bravissimo Muddy Manninen, ha influenzato un'infinità di gruppi rock, quali, tanto per citarne alcuni, i Thin Lizzy, gli Iron Maiden, i Lynyrd Skynyrd e i più recenti Opeth ed ha fatto di loro una vera e propria "Cult-band", con un seguito fedelissimo di aficionados. Anche l'ultima fatica discografica "Blue horizon"(2014) conferma il buon momento del quartetto inglese e la verve sempre ispirata di Powell e soci. Non da meno si deve considerare il fatto che nel corso dei decenni il gruppo ha via via assorbito, facendoli propri, anche stilemi Folk, Jazz, Blues e persino ambient. Un'occasione da non perdere per tutti gli amanti del vero rock d'autore.

Website