02.08.2017, Avegno

Mandolin'Brothers, Shakura S'Aida

Mandolin'Brothers

Brillante Roots rock da Milano

Gradito ritorno in Vallemaggia per i “Mandolin' Brothers”, uno dei migliori e dei più longevi gruppi della scena blues rock italiana. Attivi già a partire dal 1979 il loro stile è inconfondibile. Quali punti di riferimento, accanto alla Band e a Bob Dylan, troviamo i Los Lobos e un certo Ray Cooder. Scusate se è poco! La loro inesauribile vena li ha portato ad un’infinita sequela di esibizioni e tournée, che ha cementato il gruppo, ha creato un seguito di fans non trascurabile e permesso ai “Mandolin' Brothers”, di esibirsi, quali invitati, già cinque volte nel profondo Sud degli States. Grandi echi ha suscitato l’ esibizione di Jimmy Ragazzon (il cantante del gruppo) e compagni ad Austin, nel Texas. Numerosi altri riconoscimenti negli States fanno pensare che i “Mandolin' Brothers”, siano quasi più apprezzati nella terra dove il Blues è nato che a casa propria. Ma negli ultimi tempi, l’uscita sul mercato di vari cd e dvd, testimonianza viva dell’evoluzione tecnico-stilistica e della raggiunta maturità del combo milanese, hanno contribuito a dare il giusto risalto anche sulla stampa specializzata. Oggi i “Mandolin' Brothers” non temono alcun confronto con le migliori band d’Europa.

Website

Shakura S'Aida

Comeback per la diva Blues dal fascino irresistibile

Sul palco è simile ad un felino e dalla prima nota fa capire subito chi mena le danze. Shakura S'Aida è un'affascinante diva del Blues, dalla forte presenza scenica, comunicativa ed attraente. Nata a New York, cresciuta in Svizzera ed ora residente a Toronto, in Canada, è dotata di una voce fulminante e riesce facilmente a stabilire un contatto con il pubblico presente ai concerti. La sua proposta spazia dal Funk, al Blues fino alle Ballads. Da più di 20 anni è considerata una star della scena musicale canadese. Ha ottenuto diversi riconoscimenti tra cui il Maple Blues Award dalla Toronto Blues Society. Il suo debutto discografico è abbastanza recente. Risale al 2007 la pubblicazione di "Blueprint", molto considerato dalla critica. L'ultima fatica "Brown sugar" è stata valutata così da un importante rivista d'Oltreoceano: "Solo così riesco ad apprezzare canzoni d'amore. Posso solo caldamente consigliare l'acquisto di questo album". Shakura non si è comunque montata la testa e rimane quella di sempre e nel suo solido Züritütsch (dialetto zurighese) è solita dire che le incredibili occasioni avute sono come una benedizione e la sua vita è sempre stata zeppa di avventure. Non vede l'ora di scoprire, cosa le riserverà il futuro!

Website