25.07.2018, Cevio

The Dreams, Blues Caravan 2018 feat. Mike Zito - Bernard Allison - Vanja Sky

The Dreams

Un tributo alla Allman Brothers Band

Se c’è un gruppo che mette tutti gli appassionati d’accordo riguardo il loro immenso valore, senza dimenticare quanto abbiano contribuito all’evoluzione del rock, questa di sicuro è la Allman Brothers Band, ormai definitivamente sciolta, dopo la scomparsa di Gregg Allman. I Dreams, settetto sloveno composto da musicisti di gran classe, ci offre dal vivo, oltre a brani originali di matrice Southern rock, tutta una serie di brani del gruppo di Macon che ormai entrati nella storia della musica, da Whipping post a Dreams a Soulshine, per non parlare di In memory of Elizabeth Reed. Attivi dal 2011 i Dreams hanno già girato in lungo e in largo buona parte dell’Europa e approdano ora sul palco di Cevio per trascinarci verso la Georgia, patria degli Allman in un percorso che non può lasciare indifferenti chi segue le vicissitudini del Blues e del Rock da decenni. Semmai è l’occasione per i più giovani di “scoprire” un gruppo imprescindibile. Il settetto sloveno è formato dal cantante e armonicista Andrej Vengust, da Luka Vehar e BoštjanZorc alle chitarre, dal batterista Gašper Peršl, da Vili Grdadolnik alla chitarra slide, da Mitja Kavčič all’organo Hammond e Jure Lopatič al basso.

Blues Caravan 2018

Vera fucina per nuovi talenti

Tradizionalmente il progetto Blues Caravan si propone di far conoscere nuovi talenti del Blues. Così è stato per Ansley Lister (già ammirato al Magic Blues) e Samantha Fish. Ciò permette, per esempio, anche al più grande dei piccoli Festival Blues di proporre artisti un domani troppo costosi. Per questa edizione però vi è una novità. Accanto al nuovo astro nascente, la chitarrista croata Vanja Sky, vi sono due titani del Blues: Mike Zito (quasi di casa in Vallemaggia) e Bernard Allison. L’esplosiva Vanja Sky, appena 23enne, ricorda lo stile di Rory Gallagher, Albert King e Stevie Ray Vaughan e lo conferma sul suo CD d’esordio. Il cognome Allison merita da solo rispetto, basti pensare al grande Luther, padre di Bernard. Ma anche quest’ultimo da anni dimostra tutta la sua classe cristallina. A Cevio sarà l’occasione di riascoltare brani famosi dai suoi lavori più significativi: da Keepin’ the Blues alive a Born with the Blues. Parlare di Mike Zito potrebbe sembrare superfluo. Chi non ricorda il suo splendido concerto a Maggia nel 2015 o le superbe esibizioni con la Royal Southern Brotherhood qualche anno prima? Ora avremo la ghiotta opportunità di ascoltare le ultime novità di questo straordinario chitarrista e ottima penna, con composizioni quali “Pearl river” vincitore di un Grammy.