11.07.2018, Moghegno

EUROPEAN BLUES NIGHT, con Amaury Faivre Duo, Bayou Moonshiners, Travellin` Brothers

Amaury Faivre Duo

Il duo vincitore dello Swiss Blues Challenge 2017 a Moghegno per la European Blues Night

L’Amaury Faivre Duo nasce nel 2013 quale costola del quartetto elettrico Amaury Favre & the Broken Harps. Il gruppo in questi 4 anni di attività ha creato un programma tutto di brani originali, vincendo lo scorso anno lo Swiss Blues Challenge. Ciò ha loro permesso di competere all’European Blues Challenge in Norvegia e all’International Blues Challenge a Memphis. Di quest’anno il loro primo CD. Amaury Faivre canta, suona l’armonica a bocca e la chitarra acustica, accompagnato da Yves Staubitz alla chitarra. La loro musica prettamente acustica percorre le frontiere tra Blues, Jazz e Folk, lasciando ampio spazio all’improvvisazione, che rende i loro concerti sempre diversi uno dall’altro. Possono essere paragonati ad artisti del calibro di Keb Mo’ o John Mayer. La loro musica raccoglie in sé l’emozione del Blues e del Folk, la libertà del Jazz e l’energia del Rock. Sapranno sicuramente incantare anche l’esigente piazza di Moghegno.

Website

Bayou Moonshiners

Un tuffo nella fantastica New Orleans con i vincitori dell'Italian Blues Challenge 2016

I Bayou Moonshiners sono Stephanie Ghizzoni (voce, rullante, washboard e kazoo) e Max Lazzarin (voce e tastiere), due artisti band-leader, provenienti da esperienze musicali differenti, ma con un denominatore comune: l’amore per la città di New Orleans con i suoi colori, profumi, odori e suoni, evocatori di quella tipica atmosfera un po’ surreale delle strade e dei quartieri di “Nola”. I due stringono ora un’alleanza per creare un ponte tra l’Italia e questo luogo di tradizione unica, ricchissimo di contaminazioni. I Bayou Moonshiners suonano e divertono alla grande, passando con agilità dal Blues al Ragtime, dal Soul al Gospel, ripercorrendo in altre parole la miglior “New Orleans e Mardi Gras Music”. Accanto a brani originali del duo, scorrono agili quelli degli immortali Jelly Roll Morton (“Big time woman”), Fats Domino (“I just can’t get New Orleans off my mind”), Hank Williams (“Jambalaya”) e Mahalia Jackson (“I’m glad salvation is free”), fino ad una toccante versione a due voci di “Amazing grace”. Siamo certi che gli spettatori al loro show di Moghegno non riusciranno a rimanere fermi senza battere mani e piedi e ballare.

Travellin' Brothers

Blues pirotecnico dai paesi baschi con i vincitori dell'European Blues Challenge 2015

La storia ci insegna che i più grandi musicisti e le migliori band blues hanno sempre mantenuto una stretta relazione con fiumi e delta, basti pensare al “mitico” Mississippi. I Travellin’ Brothers non fanno eccezione. Formatisi nel lontano 2003 a Leioa, città dei Paesi Baschi, poco distante da Bilbao, si sono ispirati al “loro” fiume Nervión. Nati quale Big Band, da subito all’interno di essa hanno creato anche un progetto a formazione ridotta, sei elementi, che a tutt’oggi è ancora la “line up” originale con chitarra, basso, tastiere, sax, batteria e voce. Grazie a lunghe tournees, con più di 860 concerti, e ben 7 CD in bacheca, il sestetto è cresciuto tanto da vincere l’European Blues Challenge nel 2015 e arrivare in finale al blues Challenge di Memphis. Sono una delle formazioni di maggiore successo in tutta Europa, con concerti sold out, grandi vendite discografiche e collaborazione con tutti i grandi della scena blues. Sul palco si presentano con una carica esplosiva e ogni loro show si trasforma in una successione di fuochi d’artificio d’ispirazione vintage, un sound Blues-swing d’altri tempi. Arrivano finalmente al Magic Blues, pronti a scatenare anche l’esigente pubblico valmaggese.

Website