06.07.2018, Brontallo

Drivin Mad, Larry Garner and Michael Van Merwyk

A Brontallo si riaccendono magia e voglia di vivere la musica

Emozionante battesimo nel segno del grande blues con l acclamato duo di Larry Garner e Michael Van Merwyk. Convincenti anche i solidi Drivin Mad

Ogni volta, salendo a Brontallo per l ormai tradizionale apertura del Vallemaggia Magic Blues, come per incanto, si rinnovano le sensazioni di pace e gioia di godere dei piaceri della vita, che questo piccolo villaggio di montagna riesce a dispensarci. Il cartellone di questa edizione offriva l occasione di vedere all opera uno dei maggiori interpreti del Blues contemporaneo, Larry Garner, stavolta in duo con il fido Michael Van Merwyk, altro chitarrista di spessore. Un duo che possiede il dono della magia. Non poteva esserci miglior inizio. Invero già il trio di apertura, i nostri Drivin Mad, che ha avuto l onere e l onore di aprire questa prima edizione senza il producer Hannes Anrig, ha risvegliato l anima della valle dal torpore dei 10 lunghi mesi senza musica nelle piazze. Concerto tirato, tutto d un fiato, nel solco tracciato per i posteri dagli inarrivabili Stevie Ray Vaughan e Jimi Hendrix in primis. La band comunque non si è limitata a sole cover, anzi, ha presentato diversi brani originali, anche slow, che formano il primo convincente EP appena uscito. Da ricordare Save me, please e Strong as a lullaby. I Drivin Mad si sono dimostrati compatti, guidati dal guitar hero Mattia Mad Mantello, ormai maturo per guidare una band, con i validi compagni di una vita Federico Albertoni e David Cuomo. Dopo queste cascate di note è toccato al poetico duo acustico Garner-Van Merwyk aggiungere ulteriore qualità alla serata, trasportando una piazza molto ricettiva dalle parti del delta del Mississippi. Spontaneità, sincerità e gioia di trasmettere le proprie emozioni, con un divertito Garner a raccontare storie e aneddoti, ad omaggiare le signore presenti e a dispensare consigli utili ai mariti (She s the boss). Bella, dopo quasi due ore di concerto la cover di Heroes di David Bowie; in altre parole un duo che sarebbe un delitto non andare ad ascoltare, se dovessero (lo spero) tornare dalle nostre parti. In conclusione si è ripetuta la grande festa, quasi un happening di gente felice di condividere il piacere all ascolto con gli altri. Ora ci attende la settimana di Moghegno con due proposte intriganti, la European Blues Night (Amaury Faivre, Bayou Moonshiners e Travellin Brothers) e il Double Main Act (Blues Hunt e la già nota Jeff Jensen Band).

Drivin'Mad

A tutto gas per le strade del blues-rock.

Drivin’ Mad è una vecchia Cadillac che viaggia a tutto gas per le strade sterrate del Blues-Rock viscerale e si rifornisce con miscela di groove e power. Grazie a questo carburante alla fine del 2016 prende vita questo progetto, da parecchio nei pensieri del conducente Mad Mantello, chitarrista ticinese, che milita da anni in diverse formazioni del territorio. Cresciuto sotto l’influenza di musicisti come Stevie Ray Vaughan, Jimi Hendrix, Bernard Allison e John Mayer, si affida all’equipaggio formato dal fidato bassista Federico Albertoni e dal giovane batterista David Cuomo, per mettere in moto la vecchia automobile. Fin dall’inizio del 2017 il progetto si consolida, grazie a varie esibizioni in locali ticinesi, con un repertorio di cover rombanti che contribuiscono a creare un sound personale. Tempo di dare una lucidata alla carrozzeria! Nel luglio 2017 è uscito il primo fortunato singolo del trio “Never Gonna Be The Same”, registrato presso lo Stairway Studio, l’officina del meccanico di fiducia Stefano Scenini. E’ rimasto in classifica per 8 settimane a Rete Tre (Calibro 10), raggiungendo il secondo posto. Per il concerto a Brontallo sarà pronto il primo EP della band “Big fast car”.

Website

Larry Garner & Michael Van Merwyk

Inizio coi fuochi d'artificio per Brontallo.

Larry Garner (1952, New Orleans) è uno dei più importanti poeti blues dei nostri giorni, un vero pezzo da novanta. Cantante e chitarrista ha davvero qualcosa da dire, evitando clichés ed imitazioni. Il suo Blues suona, pur rispettandone la tradizione, moderno e fresco, con il tipico groove della Louisiana, condito con influenze di Soul e Gospel. Molti lo ricorderanno due anni or sono a Bellinzona, dove regalò al pubblico uno splendido concerto. Insignito ben 5 volte con il “Blues music award”, 4 volte vincitore quale miglior interprete maschile di Blues contemporaneo e nominato per 3 volte miglior compositore dell’anno, è stato inserito nella Louisiana Hall of Fame già nel lontano 2002. Ad accompagnarlo il gruppo del chitarrista tedesco Michel Van Merwyk, amico di lunga data ed anch’egli insignito di numerosi premi a livello europeo e secondo classificato al Memphis International Blues Challenge nel 2013. Di rilievo la voce profonda, un poderoso misto tra Dr.John e Johnny Cash e la sua chitarra, vicina al sound funky di Johnny Guitar Watson e all’asprezza di un Albert King. Per la 17° edizione del Magic Blues esordio di grande spessore a Brontallo.

Website