21 luglio 2021 – 20:30 / Cevio

Blues speaks italian

Per la seconda settimana (21 e 22 luglio) protagonista assoluto il Blues di matrice ticinese e italiana con l’aggiunta della mitica Lazy Poker Blues Band, band che ha scritto pagine importanti della storia del Blues svizzero.

Blues di matrice ticinese e italiana protagonista assoluto della terza serata di Cevio “Blues speaks italian”. Ad aprire le danze Freddie & the Cannonballs. La band attorno al leader Freddie “Cannonball” Albertoni, recente vincitrice, con merito, della “Swiss Blues Challenge”, migliora ad ogni esibizione ed ha raggiunto un livello tale da poter essere inserita tra i migliori gruppi svizzeri del genere “Vintage blues”. I talentuosi musicisti formano un ensemble omogeneo e tutti godono della stessa ampia libertà espressiva. Il repertorio spazia da brani originali a cover mirate e poco note di gente del calibro di Ray Charles e Jimmie Vaughan. 

La Gnola Blues Band, con la nuova formazione (due chitarristi e rinuncia alle tastiere) ha proposto un repertorio nuovo di zecca, molto vicino al Southern rock e al Blues rock degli anni ’70. Una bella sorpresa. In fase di presentazione avevamo già anticipato, pur non sapendolo, come Maurizio Glielmo “Gnola”, artista dai lunghi e prestigiosi trascorsi nella scena blues italiana, con il passare degli anni, avesse allargato lo spettro degli stili proposti in concerto, con una maggiore presenza di brani Blues-rock. Particolarmente apprezzati i “duelli” dei due chitarristi, protagonisti di splendidi assolo alla sei corde. 

Dulcis in fundo ecco salire sul palco la leggenda vivente del Blues italiano, Fabio Treves e la sua Treves Blues Band. In forma smagliante il settantaduenne armonicista di Lambrate ha sciorinato tutta una serie di brani mozzafiato, con la sua armonica in grande evidenza, assieme alla classe cristallina di tutta la band, nella quale merita una ulteriore menzione il grande lavoro dello straordinario chitarrista Alex “the kid” Gariazzo. Insomma, una band che non delude mai i suoi numerosi fans. Vale la pena segnarsi le date dei concerti previsti in Ticino o in Lombardia nei prossimi mesi. 

Presentazione della serata
------------------------------------

Ticino protagonista in apertura. Il leader Freddie “Cannonball” Albertoni, bassista attivo da ormai 15 anni sulla scena blues/rock ticinese (Flag, Bat Battiston e Drivin’ Mad),ha deciso di assumere il ruolo di frontman, di cantare e di fondare la sua band, Blues al 100%: Freddie & The Cannonballs. Sonorità ispirate al Blues degli anni ’50 con un certo tocco di modernità. Il repertorio di Freddie & The Cannonballs è costituito da diversi brani di propria composizione e da un sostanzioso omaggio a Jimmie Vaughan. Ospite della band per un paio di brani il chitarrista e cantante blues Marco Marchi. Tocca poi alla Gnola Blues Band. Leader e fondatore è il chitarrista-cantante Maurizio Glielmo, alias “Gnola”, artista dai lunghi e prestigiosi trascorsi nella scena blues italiana. Per anni a fianco di Fabio Treves (che si esibirà dopo di lui), ha calcato i palchi dei più rinomati festival blues italiani. La band, nata ufficialmente nel 1989, intende percorrere gli itinerari più classici del blues. Partire dalle interpretazioni degli standard per arrivare a fondere gli elementi della tradizione in composizioni originali, filtrate da un moderno gusto musicale. Ciliegina sulla torta la chiusura con la sempreverde e fantastica Treves Blues Band, “il” gruppo italiano di Blues”. L’avventura di Treves ebbe inizio nel 1974, quando un giovane armonicista di Lambrate (Milano) decise di affrontare una “mission impossible”, portare cioè alla ribalta e far così conoscere al grande pubblico, nell’epoca dei cantautori e del Prog rock, la storia e i grandi maestri del Blues. Fu un successo incredibile. Da allora non c’è club che non abbia visto la presenza del Puma di Lambrate! Infinita la lista dei musicisti che hanno suonato in concerto e su disco con il “maestro”. Ha avuto anche occasione di suonare sul palco con il mitico Frank Zappa nel tour del 1988. Oggi, dall’alto della sua esperienza, è un punto di riferimento e un dispensatore di utili consigli per tutti i giovani musicisti che vogliono cimentarsi con il Blues.


Treves Blues Band

Italy

Il puma di Lambrate, Fabio Treves, the King of the italian Blues

Con piacere salutiamo il ritorno della Treves Blues Band, “il” gruppo italiano di Blues. L’avventura di Fabio Treves ebbe inizio nel lontano 1974, quando un giovane armonicista di Lambrate (Milano) decise di affrontare quella che sulla carta poteva essere definita una “mission impossible”, portare cioè alla ribalta e far così conoscere al grande pubblico, nell’epoca dei cantautori e del Prog rock, la storia e i grandi maestri del Blues. Fu un successo incredibile, dettato anche dal fatto che Treves abbia percorso per decenni in lungo e in largo tutta la penisola. Non c’è club che non abbia visto la presenza del Puma di Lambrate! Infinita la lista dei musicisti che hanno suonato in concerto e su disco con il “maestro”. Nel contempo importanti anche gli intelligenti contributi del nostro sulla stampa specializzata, che lo hanno reso l’eminenza grigia del Blues. Ha avuto anche occasione di suonare sul palco con grandi musicisti, tra cui anche il mitico Frank Zappa a Milano e Genova nel tour del 1988. Oggi, dall’alto della sua infinita esperienza, è un punto di riferimento e un dispensatore di utili consigli per tutti i giovani musicisti che vogliono cimentarsi con il Blues. A questo punto uno potrebbe anche chiedersi dove trovi poi ancora il tempo di esibirsi dal vivo con la sua strepitosa band. Ci riesce per la gioia e la fortuna dei suoi numerosi fans!

Ascolta


Freddie & The Cannonballs (2021)

CH

Pronti a far fuoco e fiamme

Il leader Freddie “Cannonball” Albertoni è un bassista attivo da ormai 15 anni sulla scena blues/rock ticinese. Per diversi anni è stato impegnato musicalmente con la formazione rock-blues ‘The Flag’ e “Drivin’ Mad” (già al Vallemaggia Magic Blues) e per quasi un decennio ha accompagnato al basso il bluesman svizzero Bat Battiston. Dopo queste e altre esperienze in generi affini al Blues, Federico Albertoni ha deciso, nell’autunno del 2018, di assumere il ruolo di frontman, di cantare e di fondare la sua band Blues al 100%: Freddie & The Cannonballs. I talentuosi musicisti che compongono questo sestetto sono il compagno di avventure musicali Mad Mantello alla chitarra, il batterista Roberto Panzeri, Cristiano Arcioni all’organo e, infine, i sassofonisti Nigel Casey e Olmo Antezana. La sezione fiati permette all’ensemble di proporre quelle sonorità ispirate al Blues degli anni ’50, senza però tralasciare un certo tocco di modernità. Il repertorio di Freddie & The Cannonballs è costituito da diversi brani di propria composizione e da un sostanzioso omaggio a Jimmie Vaughan. Il primo lavoro discografico, un EP intitolato “F” contenente quattro brani originali, è uscito a giugno 2019. Al Vallemaggia Magic Blues avranno il piacere di ospitare per qualche brano il chitarrista e cantante blues Marco Marchi.

Ascolta


Gnola Blues Band

Italy

La Gnola Blues Band torna al Magic Blues


Leader e fondatore della band è il chitarrista-cantante Maurizio Glielmo, alias “Gnola”, artista dai lunghi e prestigiosi trascorsi nella scena blues italiana. Per anni a fianco di Fabio Treves (che si esibirà dopo di lui), ha calcato i palchi dei più rinomati festival blues italiani ed inciso diversi album e sempre con la Treves B.B. ha aperto i concerti della tourneè italiana di una leggenda texana: Steve Ray Vaughan. Lasciato Treves, Maurizio Glielmo ha poi dato vita alla Gnola Blues Band, nata ufficialmente nel 1989 con l’obiettivo iniziale di percorrere gli itinerari più classici del blues. Partire dalle interpretazioni degli standard per arrivare a fondere gli elementi della tradizione in composizioni originali, filtrate da un moderno gusto musicale. In pochi anni diviene uno dei pilastri del Blues italiano. I punti di riferimento sono Elmore James, Muddy Waters, ma anche gruppi blues-rock come i Cream, dei quali la Gnola Blues Band propone spesso in concerto “White room”. Con il passare degli anni si è allargato lo spettro degli stili proposti in concerto, con una maggiore presenza di brani Blues-rock e con la collaborazione con la cantante americana Sandra Hall. Maurizio Glielmo ha collaborato anche con Davide Van de Sfroos.

Ascolta

Sponsor principali

Public sponsor